Il saluto del Sindaco Nardella

News, Presentazione

“C’è un modo colpevole di abitare la città: accettare le condizioni della bestia feroce dandogli in pasto i nostri figli”.
Lo diceva un grande scrittore e un grande italiano, Italo Calvino.

Una frase applicabile anche oggi, ai nostri ragazzi che stanno per iniziare un nuovo anno scolastico. Chi è oggi la bestia feroce? L’individualismo sfrenato, l’indifferenza, l’intolleranza.

La scuola ha di fronte a sé un grande compito: quello di educare i nostri figli. Educare non vuol solo dire trasmettere delle nozioni, ma va inteso proprio in senso etimologico, trarre fuori. Educare significa quindi aiutare i bambini a portare fuori le loro potenzialità, le loro risorse, le loro qualità, per farne adulti maturi e consapevoli, pieni di curiosità, di voglia di vivere, di ottimismo. Gli insegnanti, ai quali è affidato questo compito, sono i nostri eroi moderni. Ogni anno, accanto alle lezioni tradizionali, il Comune di Firenze affianca i progetti de Le Chiavi della città, oltre 250 percorsi formativi rivolti agli alunni dalle materne alle secondarie, che affiancano scuole e famiglie nella lunga strada educativa.

E’ iniziato un nuovo anno scolastico. Auguro a tutti i bambini, a tutti i ragazzi e a tutti gli insegnanti di trascorrere mesi sereni e proficui nel comune rispetto. Le Chiavi della città sono un ulteriore spunto di crescita, che spero possa incuriosire i ragazzi e accrescerne il sapere. Ma soprattutto auguro a tutti di imparare la lezione più grande: la scuola, la cultura e la conoscenza sono uno straordinario strumento di libertà.

Menu