Cod. 392 – Una via, un mestiere. Trova la strada!

Percorso: Artigianato e Mestieri d'Arte, Passpartout

Toponomastica e storia economica di Firenze

Descrizione

Firenze, i suoi mestieri e le sue botteghe dal Medioevo a oggi. Perché le vie hanno un nome e non un altro? Alla ricerca del significato delle vie, grazie alla toponomastica. Con l’aiuto di una mappa, di alcune immagini e di un ospite a sorpresa, scopriremo il segreto delle strade.

Obiettivi

Firenze e la sua storia economica al centro di una mappa disegnata a mano. I bambini e le bambine saranno i protagonisti della storia, scegliendo, attraverso un gioco, la via da cui iniziare il racconto.

  • attivare i bambini e le bambine nell’osservazione dei dettagli dei luoghi che vivono ogni giorno, nella conoscenza della storia economica di Firenze e nell’apprezzamento della toponomastica;
  • leggere i segni del tempo ancora presenti sui muri di Firenze;
  • comprendere che ogni strada ha un nome legato ad un mestiere antico e pregevole, che ha fatto la ricchezza della nostra città;
  • riscoprire mestieri e arnesi ormai scomparsi e valorizzare l’artigianato, patrimonio della città di Firenze.

Referente  

Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze – Direzione Istruzione Servizio Attività Educative e Formative

Ufficio Progetti Educativi e Comunicazione

Contatti

Telefono 055 2625691
email  info.lechiavidellacitta@comune.fi.it

Per le classi

Un incontro di un’ora in biblioteca o online.

Il metodo scelto comporta un approccio flipped classroom dove gli studenti sono al centro della storia, perché ne scelgono il percorso.

L’attività è così articolata:

  • sul tavolo virtuale la pianta di Firenze il bibliotecario/facilitatore mostra la mappa di Firenze, disegnata e colorata a mano; a lato di essa numeri e nomi di alcune vie dei quattro quartieri storici della città
  • scelta la via da cui partire, gli studenti ne cercano il numero relativo sulla mappa
  • il bibliotecario avvia la narrazione dell’origine della via attraverso immagini storiche e oggetti [dadi, lana, seta, colori, cinture, metro, ecc.]. Ogni oggetto è legato ad un mestiere e ad una via. I bambini scopriranno tessitori, tintori, cardatori, dadaioli, e tanti altri. Con alcuni indizi, invitiamo i bambini a proseguire la ricerca, quando passeggeranno nel centro di Firenze
  • ogni incontro finirà con un ospite a sorpresa! Un artigiano, un artista o una personalità di Firenze svelerà segreti e curiosità. Un apprendimento attivo e partecipativo in cui la storia si fa insieme…
  • … e finisce con una votazione per alzata di mano in cui i piccoli scelgono una delle foto mostrate, che il bibliotecario dedica alla classe

Sede Biblioteca Thouar o Piattaforma Teams
Periodo tra novembre e giugno


Per i docenti

Agli insegnanti verranno inviati i moduli di iscrizione per gli alunni alle biblioteche comunali fiorentine che dovranno essere compilati e firmati dai genitori degli alunni e poi restituiti alla Biblioteca.

Al termine dell’attività, gli insegnanti ritireranno il kit dei libri in prestito, la stampa della foto d’epoca scelta dai ragazzi con dedica; la bibliografia sugli argomenti trattati

 

In caso di restrizioni sanitarie o di necessità delle scuole, le attività potranno svolgersi in DaD.

Le modalità di conduzione dell’incontro saranno le stesse utilizzate per la didattica in presenza, ma la durata sarà di un’ora.

Partner
Biblioteca Pietro Thouar, Comune di Firenze

Contatti

Piazza Torquato Tasso 3, Firenze
Web
www.biblioteche.comune.fi.it
Telefono
055 2398740
E-mail
bibliotecathouar@comune.fi.it
Stato del progetto Chiuso

Tag Progetto

Menu