Cod. 80 – Storytelling Rap

Laboratorio per creare una canzone rap dall’idea iniziale fino alla registrazione.

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari: scuola secondaria di primo grado (consigliato per le classi  2a e 3a)
Referente: Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, telefono: 055-2625695
Progetto predisposto da: CAT cooperativa sociale onlus in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze
Sede: via Slataper, 2
Telefono: 0554222390
Sito web/e-mail: www.coopcat.it ; c.beneforti@coopcat.it

Il laboratorio si propone di guidare i ragazzi/e attraverso le varie fasi della creazione di una canzone rap. Dall’idea iniziale fino alla registrazione del pezzo. Se il rap in Italia era una musica di nicchia, oggi rappresenta una realtà diffusa con la quale educatori ed insegnanti si trovano a confrontarsi. La musica rap nasce come forma di denuncia sociale e come espressione di sé, anche se oggi nella sua declinazione trap ha perso questo aspetto a favore di un atteggiamento autocelebrativo che ben si presta a veicolare anche messaggi poco edificanti,. Alcuni esempi di attività possono essere i seguenti: Giochi di fiducia – Brainstorming – Strumenti fondamentali per la scrittura di un pezzo rap (barre, quartine, strofe, ritornello, special, rime, metrica, contenuti)-Prove di scrittura e di esecuzione di testi.- Esercizi di freestyle e di riscaldamento vocale, vocalizzi – Composizione di un’opera creativa collettiva ed inedita su un tema di attualità scelto dalla classe

Obiettivi

Obiettivo principale
Spostare lo sguardo dal contenuto al processo, sottolineando il valore pedagogico che la scrittura e la musica rap possono assumere ponendosi come strumento di mediazione tra il soggetto e il mondo, tra il soggetto e sé stesso.

Obiettivi specifici

  • Saper leggere in modo critico i testi, decostruendo i messaggi legati all’hate speech
  • Migliorare il livello di socializzazione attraverso un lavoro basato sulla cooperazione invece che sulla competizione
  • Sviluppare le competenze nella scrittura e comunicazione
  • Composizione di un’opera creativa collettiva inedita

Metodologia adottata:

La cornice metodologica di riferimento è l’approccio autobiografico. La scrittura è un atto trasformativo dove il testo non rappresenta il luogo della realtà ma lo spazio dove questa viene tradotta; è il territorio dove il vissuto può essere posto ad una certa distanza utile per far emergere nuove prospettive o per far pace con emozioni difficili. La narrazione rap, in questo contesto, si presta ad essere un efficace strumento educativo, con un forte potere maieutico. Sfruttare le sue potenzialità in campo educativo significa entrare in contatto con una risorsa preziosa per i ragazzi/e che si possono misurare con efficaci canali di autonarrazione e possono riappropriarsi di spazi creativi non giudicanti. Ci si propone di stimolare i destinatari del progetto (ragazzi/e di II e III) all’osservazione di se stessi, attraverso il linguaggio musicale e narrativo, stimolandoli a cogliere e comunicare, secondo la propria sensibilità, in modo che le diversità diventino confronto.
PAROLE CHIAVE PER INSEGNANTI – Maieutica: La musica rap spinge a parlare di sé, della propria storia, delle proprie emozioni.
– Storytelling: sostiene la capacità di raccontare e raccontarsi in modo partecipato e permette di sviluppare idee e trasformarle.
– Rispetto delle regole: il lavoro di gruppo ha delle regole precise (i ruoli, i turni, la necessità dell’ascolto), ma anche la scrittura di un testo rap ne ha (la metrica, le rime, la grammatica, il senso)
– Autostima: la creazione di un prodotto finito, in questo caso il file digitale di una canzone, è gratificante e aumenta la fiducia nelle proprie potenzialità.
-Espressività: la musica è scrittura e interpretazione. Mette quindi in gioco più elementi dell’espressione.

L’iniziativa è così articolata:

Per gli insegnanti
Ogni laboratorio prevede – in fase preliminare, intermedia e conclusiva – complessivamente n. 3 incontri con gli insegnanti della durata di un’ora ciascuno.
Sede: scolastica
Periodo: scolastico
Orario: da concordare con i docenti

Per le classi
7 incontri di 2 ore ciascuno – condotti da due operatori con documentata professionalità ed esperienza nello svolgimento di attività educative ad indirizzo musicale: 1 tecnico musicale e cantante rap e 1 educatrice professionale e cantante.
Verrà utilizzato come stimolo il freestyle, l’ascolto di pezzi significativi, la lettura di brevi testi e se possibile la visione di video. La strumentazione tecnica necessaria per lo svolgimento del laboratorio, sarà predisposta dagli operatori ad ogni lezione.
Sede: scolastica in aule con LIM e/o proiettore
Periodo: scolastico
Orario: scolastico

Indicazioni particolari E’ prevista la realizzazione di una canzone (registrata, mixata e masterizzata) che verrà restituita alla classe in forma digitale.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu