Cod. 204 – Silenzio si urla!

Percorso didattico per riscoprire il sottile equilibrio tra silenzio e presenza sonora, un momento di scoperta dell’ascolto e della voce.

Le adesioni a questo progetto sono chiuse

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Il progetto potrà svolgersi in una delle modalità sotto elencate, in base all’andamento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e alle conseguenti misure.

Destinatari Scuola primaria; Scuola secondaria di 1° grado; docenti e famiglie.
Referente Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze,  Direzione Istruzione- Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi, tel. 0552625691
Progetto proposto da Tempo Reale in collaborazione con Direzione Istruzione- Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi
Sede Tempo Reale, Via Pisana 77, Firenze
Telefono 055717270 Simone Faraci
Web/e-mail www.temporeale.it; sf@temporeale.it

La classe è spesso un luogo dove voci e suoni si accavallano creando un ambiente sonoro caotico che non favorisce la comunicazione e l’apprendimento. Silenzio, si urla! è un percorso didattico volto a riscoprire il sottile equilibrio tra silenzio e presenza sonora, un momento di scoperta dell’ascolto e della voce. L’educazione della voce è infatti un tema importante sia per gli alunni che per gli insegnanti, se pensiamo alla vocalità come impronta della propria identità sonora che emerge dal silenzio per essere consegnata agli altri. Il silenzio diviene dunque la condizione essenziale per comunicazione, un luogo di scoperta e non uno strumento punitivo o coercitivo. Il percorso è modulare e interdisciplinare e prevede una esplorazione progressiva che attraversa il corpo, la voce e il suono come elementi di relazione diretta con l’ambiente e con l’altro.
Nella presente situazione di incertezza dovuta alla pandemia di COVID-19, Tempo Reale offre delle valide opzioni alternative allo svolgimento del progetto nel caso in cui questo non si potesse svolgere nella sua regolare formula.
Il progetto potrà essere svolto all’aperto, in spazi messi a disposizione dalla scuola. Le modalità verranno in ogni caso concordate con gli insegnanti a seconda delle normative e regolamentazioni anti contagio vigenti al momento dello svolgimento del progetto.

Obiettivi

  • promuovere l’educazione all’ascolto e al dialogo;
  • esplorare la dimensione del silenzio come luogo dell’ascolto;
  • stimolare la creazione di un clima positivo nel gruppo classe;
  • acquisire strumenti utili all’apprendimento, promotori di importanti abilità cognitive, come
    l’ attenzione, la concentrazione e il pensiero creativo sviluppare le capacità espressive;
  • fornire strumenti utili alla crescita personale e allo sviluppo socio-emotivo, che promuovono il benessere, la risposta allo stress, la gestione delle emozioni e la consapevolezza di sé.

Metodologia
Gli operatori proporranno una didattica laboratoriale: gli studenti saranno parte attiva del percorso di apprendimento, valorizzando le diverse abilità e competenze, e favorendo la condivisione dei saperi.
Per quanto riguarda la scuola primaria si prediligerà il metodo euristico guidato, in cui i bambini saranno portati a fare esperienza diretta dei suoni del corpo, della voce e del silenzio.
Nella scuola secondaria si insisterà in maniera particolare sulla formalizzazione dell’aspetto emotivo-affettivo legato all’utilizzo della voce, attraverso pratiche ed esercizi specifici.
Tutte le metodologie didattiche proposte subiranno le dovute rimodulazioni e adattamenti, in adeguamento alle normative e regolamentazioni anti contagio vigenti al momento dello svolgimento del progetto.

Possibili modalità di svolgimento del progetto

Per gli insegnanti 
Un incontro propedeutico con tutti gli insegnanti delle classi coinvolte nel progetto. L’incontro ci circa 2 ore prevederà un momento iniziale di confronto sull’utilità pedagogica del silenzio e sulla consapevolezza del corpo e della voce come obiettivi formativi. Questa prima parte fungerà anche da occasione di confronto tra gli insegnanti sulle pratiche didattiche sul silenzio, il corpo e la voce. Seguiranno alcune delle pratiche didattiche e degli esercizi che verranno svolti in classe con gli alunni, dando così ai docenti la possibilità di sperimentarli direttamente prima dell’inizio del percorso.
Sede Villa Strozzi, via Pisana 77, Firenze
Periodo Febbraio
Orario pomeridiano

Per le classi
Tre  incontri della durata di due ore ciascuno.
Durante il primo incontro gli alunni verranno introdotti a esercizi e pratiche di consapevolezza corporea. Verranno poi guidati in semplici esplorazioni della propria voce attraverso esercizi specifici. Infine verrà introdotta una breve pratica sul silenzio.
Nel secondo incontro si approfondiranno ulteriormente le pratiche introdotte durante il primo incontro passando dalla consapevolezza del proprio corpo alla consapevolezza dello spazio e del corpo dell’ altro attraverso il movimento e il contatto. Sempre attraverso esercizi e pratiche specifiche, si approfondirà ulteriormente anche l’ esplorazione della voce come strumento espressivo andando oltre l’uso normale della parola.
Durante l’ultimo incontro si darà maggiormente spazio al tema del silenzio per sviluppare la consapevolezza della propria voce e della responsabilità che si esercita nel rompere il silenzio.
Tutte le pratiche didattiche proposte subiranno le dovute rimodulazioni e adattamenti, in adeguamento alle normative e regolamentazioni anti contagio vigenti al momento dello svolgimento del progetto.
Sede scolastica locali da concordare con i docenti
Periodo marzo- aprile
Orario da concordare

Documentazione
Durante gli incontri verranno realizzati materiali audio e video a scopo documentale. Verrà effettuata una ripresa audio di tutti gli esercizi sul silenzio.

Indicazioni particolari
Al termine degli incontri con gli alunni a seconda della disponibilità degli insegnanti e delle famiglie può essere organizzato un incontro come restituzione del percorso svolto. In questo incontro finale le famiglie verranno rese partecipi delle attività svolte, sperimentandole in prima persona sotto la guida degli alunni stessi che diventeranno gli “esperti” e sotto la supervisione degli operatori didattici di Tempo Reale. In questo modo gli alunni avranno l’occasione di passare ad altri la propria esperienza, consolidando in questo modo le competenze acquisite durante i precedenti incontri. Inoltre sia le pratiche di consapevolezza corporea, sia quelle sul silenzio potranno apportare benefici anche nella vita in famiglia, migliorando la comunicazione tra i componenti delle famiglie dal punto di vista della gestione emotiva.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu