Cod. 248 – Rumors

Il bene e il male dei suoni

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari Scuola secondaria di primo grado classi 2e e 3e
Referente: Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, Direzione Istruzione – Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625645
Progetto proposto da Fondazione Architetti in collaborazione Direzione Istruzione – Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi
Sede Via Valfonda 1/A, Firenze
Telefono 055 0881983
Sito web/e-mail www.architettifirenze.it; segreteria@fondazionearchitettifirenze.it

Obiettivi

  • Far apprezzare ai ragazzi la meravigliosa perfezione dell’apparato uditivo e la bellezza di un paesaggio sonoro a misura d’uomo, stimolandoli ad averne cura. Essi si trovano in un momento del loro sviluppo in cui iniziano spesso a manifestare interessi per attività che possono presentare rischi, come l’ascolto di musica con cuffie o auricolari, la frequentazione di discoteche, l’utilizzo di motorini rumorosi, ecc.;
  • Indirizzare i ragazzi verso nuovi contenuti disciplinari, quali le tematiche ambientali tra cui appunto l’inquinamento acustico;
  • Favorire l’acquisizione di conoscenze in grado di migliorare la comunicazione intergenerazionale.

Metodologia adottata
Per le classi
Lezione frontale con esperimenti dimostrativi.
Verranno trattate le caratteristiche e intensità dei suoni, i disturbi causati dai rumori quotidiani, dell’inquinamento acustico e i danni provocati dall’energia del rumore prodotto e dalla sua durata: stress, disturbi del sonno, emicrania, scarsa concentrazione. Verrà illustrata la conformazione dell’organo dell’udito, cui si rifà il fonometro: lo strumento in grado di misurare il suono. Il docente, servendosi di tale strumento, effettuerà con i ragazzi alcuni esperimenti di misurazione acustica, in circostanze differenti, per esempio cercando di mantenere il silenzio totale, riproducendo un certo brusio di fondo e poi un forte rumore. In ogni incontro verranno illustrate le differenze tra suono e rumore e le percezioni soggettive ed oggettive di fastidio o piacere, generate rispettivamente da un ambiente particolarmente esposto ad intensità di rumori elevate o da un ambiente protetto acusticamente. Partendo dall’analisi del fenomeno acustico ne verranno illustrati gli strumenti di misura e studiati gli effetti, interagendo con gli alunni mediante il gioco ed esempi pratici.
Si faranno constatare – ad esempio mediante l’ascolto di file audio brani di vari generi musicali, musica rock, jazz, classica, oppure riproducendo altri tipi di suoni – le variazioni che subiscono i valori indicati dallo strumento e si faranno fare ai ragazzi le relative valutazioni. Si cercherà soprattutto di coinvolgere attivamente i ragazzi, chiedendone l’intervento per esporre le proprie esperienze e le proprie considerazioni.
Sede scolastica
Periodo da dicembre a maggio
Orario due ore in orario scolastico

Documentazione
Dépliant illustrativi da lasciare come promemoria della giornata

Indicazioni particolari
Il laboratorio si svolgerà in aule scolastiche o in aula magna presso i plessi scolastici, previo sopralluogo per valutarne l’idoneità. Per l’incontro in classe è richiesta la disponibilità di: PC, proiettore e lavagna luminosa.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Tag Progetto

Menu