Cod. 45 – Piccoli costruttori della città ecologica

Realizzazione di un plastico per una città ideale

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte.

Destinatari: Scuola primaria classi 4 -5, scuola secondaria di 1° grado.
Referente: Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, telefono: 055-2625704
Progetto predisposto da: La città bambina in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze
Sede: c/o Lapei-Unifi, Via Micheli 2
Telefono: 3286767727 – 3282844229
Sito web/e-mail: lacittabambina.wordpress.com / lacittabambina@gmail.com

Obiettivi:

  • conoscenza della città e della sua storia, consapevolezza delle sue trasformazioni e delle sue attuali problematiche;
  • promozione all’educazione alla cittadinanza e alla partecipazione attiva nella trasformazione della città, stimolando il senso di comunità nelle scelte condivise delle azioni di governo della città da intraprendere, attraverso un laboratorio teorico-pratico basato sull’imparare facendo;
  • promuovere la conoscenza di stili di vita sostenibili con nuovi contenuti disciplinari (energie alternative, riduzione dei rifiuti e degli sprechi, consumo consapevole) attraverso una dimensione interdisciplinare (storia, educazione civica, educazione ambientale, scienze, tecnologia);
  • favorire la continuità didattica tra classi di età diversa (ogni classe viene coinvolta in base alla propria capacità di comprensione e elaborazione) proponendo di coinvolgere le classi della scuola secondaria di primo grado nel caso di partecipazione di Istituti comprensivi.

Metodologia adottata
Il laboratorio propone la realizzazione del plastico di una città partendo dalla sua fondazione e seguendone l’evoluzione per capire i passaggi critici, le cause dei problemi attuali e provare ad immaginare le possibili soluzioni per la città del futuro e per i suoi abitanti.
Due o più classi dello stesso istituto si alternano nella costruzione del plastico come fossero le generazioni che si susseguono e interagiscono con ciò che hanno ereditato da quelle precedenti. Durante la costruzione gli alunni si trovano davanti a scelte sulle quali decidere collettivamente (dove fondare la città, come coltivare i campi, trasportare le merci e le persone, come rimediare ai problemi di inquinamento e consumo di risorse non rinnovabili, quali nuove fonti energetiche e tecnologie utilizzare, come modificare il proprio stile di vita al fine di raggiungere un modello dii sviluppo sostenibile). Tutto avviene come in un gioco di costruzione con materiali riciclati e recuperati da scarti.

L’iniziativa è così articolata:
Per gli insegnanti
1 incontro con 1 operatore architetto urbanista presso la scuola da svolgersi prima dell’inizio del progetto, durante il quale verranno presentati gli argomenti che saranno affrontati e saranno concordati la logistica e l’integrazione facoltativa con i curricula disciplinari-
Sede scolastica
Periodo novembre 2019
Orario da definire con gli insegnanti

Per le classi:

  • 1 incontro frontale con la classe con 1 operatore architetto urbanista presso la scuola da svolgersi prima dell’inizio del progetto, durante il quale verranno presentati gli argomenti che saranno affrontati
  • 3 incontri di laboratorio per la realizzazione del plastico con 2 operatori architetti urbanisti presso la scuola (il plastico deve essere collocato in uno spazio della scuola ampio e accessibile a varie classi e deve poter restare visibile fino alla conclusione del laboratorio). Si prevede un incontro al mese della durata di 2 ore per 3 mesi in periodo da definire (sullo stesso plastico possono lavorare classi diverse).

Il plastico, di circa 3mx4m, dovrà essere collocato in uno spazio della scuola ampio e accessibile a varie classe e dovrà poter restare visibile fino alla conclusione del laboratorio.

I materiali di recupero per la realizzazione del plastico devono essere raccolti con la collaborazione dei ragazzi e delle famiglie a partire da almeno 15 giorni prima dell’inizio del laboratorio sulla base di un elenco che verrà fornito all’insegnante.

Può essere previsto un evento finale con il coinvolgimento delle famiglie con specifici momenti/attività loro dedicati/e che, nell’ottica del life long learning e dell’alleanza educativa, possano favorire l’acquisizione di competenze e strumenti in grado di migliorare la comunicazione intergenerazionale e le relazioni scuola-famiglia.

Accanto al plastico verrà collocato un librone che diventerà il “Libro di città” e costituirà la principale documentazione del lavoro. Nel Libro di città saranno collezionati:

  • tutti i materiali di approfondimento sul lavoro di realizzazione del plastico
  • la documentazione dell’intero percorso didattico attraverso foto delle varie fasi di realizzazione del plastico
  • le ricerche di approfondimento realizzate in collaborazione con il corpo insegnante
  • il Diario della città
  • gli esiti della discussione finale con lo “Statuto” della città e cioè la proposta di “Regole condivise” secondo cui la città deve continuare a svilupparsi in armonia con l’ambiente.

Sede: scolastica
Periodo: dicembre 2019 – maggio 2020
Orario: 2 ore in orario scolastico

Indicazioni particolari
Il laboratorio è attivabile con la partecipazione minimo di 2, massimo 5 classi dello stesso istituto comprensivo per la modalità di svolgimento dello stesso; sarà data precedenza agli istituti che parteciperanno con più classi anche verticali.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Tag Progetto

Menu