Cod. 35 – Chi ha paura del lupo cattivo?

ll Laboratorio delle Emozioni

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Il progetto verrà realizzato solo se compatibile con le misure in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID 19. L’effettiva verifica della compatibilità, e dei possibili adeguamenti del progetto, saranno svolti prima dell’avvio del percorso educativo, sulla base della normativa vigente al momento.

Destinatari Scuola dell’infanzia; Scuola primaria
Referente
Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, Direzione Istruzione – Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625691
Progetto predisposto da Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate in collaborazione con Direzione Istruzione – Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi
Sede Direzione Regionale Agenzia delle Entrate, via della Fortezza 8, Firenze
Telefono 055 4978324 – 375 6222267 Fabio Daddi
Web/e-mail  https://toscana.agenziaentrate.it / dr.toscana.staff@agenziaentrate.it fabio.daddi@agenziaentrate.it

Obiettivi

  • promuovere la cooperazione, il rispetto reciproco, la partecipazione, la solidarietà;
  • promuovere il senso di appartenenza alla collettività in opposizione all’egoismo individuale;
  • creare attenzione nei confronti dei comportamenti di prepotenza e prevaricazione;
  • aiutare a superare le proprie paure e suscitare il divertimento come mezzo educativo;
  • aiutare a riconoscere ed esprimere le emozioni.

Metodologia adottata
Il progetto sviluppa intorno a 3 personaggi principali (uno squalo mangia patate, un lupo mangia carote e un vampiro pasticcione) un percorso narrativo-educativo suddiviso in 5 capitoli, con attività graduate per fascia di età. Tutte le attività del progetto utilizzano varie tipologie di linguaggi: verbale, tattile, visivo, sonoro, gestuale. Sulla struttura portante dello story-telling in forma di teatro di pupazzi (scuola infanzia e primaria) o di gioco interattivo per la LIM (primaria), sono innestati inserti ludici dove i partecipanti diventano protagonisti della storia. La narrazione e i giochi valorizzano la componente sociale cooperativa, in opposizione a quella individualistico competitiva, chiave di volta indispensabile alla risoluzione dei conflitti proposti dalla narrazione. In quest’ottica, le prove non sono mai individuali: chi viene alla LIM fa da portavoce, con il difficile compito di trasformare tante scelte individuali in un’unica scelta collettiva.

L’iniziativa è così articolata
Per le classi

  1. MELE, AMORE E PATATINE FRITTE!
    Scuola infanzia. Affabulazione supportata da grandi disegni colorati (alla maniera dei vecchi cantastorie), arricchita da giochi (logici e mnemonici), drammatizzazioni e da una prova pratica finale di eliminazione del vampiro (metodo Van Helsing). E’ previsto un collegamento con l’insegnamento della lingua straniera. Giochi e accessori sono realizzati con materiale di recupero. Laboratorio della durata di un’ora.
    Questo laboratorio potrà essere svolto in modalità di didattica a distanza , in base all’andamento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e alle conseguenti misure, tramite la versione giocabile online, costruita su tre livelli e con un disegno/regalo da conquistare alla fine di ogni livello. Questa versione del gioco, rivolto sia agli insegnanti, che possono farlo in classe sulla LIM come gioco di gruppo, sia ai genitori che possono farlo a casa insieme ai bambini, è pensata per bambini di scuola dell’infanzia e di scuola primaria delle classi 1e e 2e e si trova al link: http://www.laboratoriodelleemozioni.it/MELE%20AMORE%20PATATINE/BENVENUTI.html.
    Al 1° livello, nel mare dei pirati, incontriamo ciccio mannaro, uno strano lupo con la coda da coniglio che mangia solo carote, e un buffo squalo che mangia solo patatine: lo squalo patata. Scopriamo che lo squalo è triste perché non ha amici, e allora che aspettiamo a trovargliene uno? Nel 2° livello lo squalo patata fa amicizia con baco gigi e insieme partono in cerca di una mela per il piccolo verme, ma, strada facendo, sentono qualcuno che piange. Chi sarà mai? Se sbagli rimedi un pernacchione o una multa. In questo livello la parola segreta da recuperare per ottenere il disegno regalo è il nome della maestra e della scuola: le coordinate non solo scolastiche, ma anche esistenziali del bambino: io, la mia maestra, la mia scuola. Il 3° livello introduce delle prove “Game Over”: se sbagli finisce il gioco. Il che richiede una raccomandazione da fare a maestre e genitori: non aiutate i bambini più del necessario, siate complici, ma lasciateli liberi di sbagliare e anche di far finire il gioco. Lasciate che assaporino la delusione. Poi proponetegli una via di uscita.
    E’ necessario un pc o un tablet, possibilmente dotato di riproduzione audio. Il gioco funziona con qualsiasi browser (Firerfox, Internet Explorer, Chrome).
  2. CHI HA PAURA DEL LUPO CATTIVO?
    Scuola infanzia e scuola primaria tutte le classi. Spettacolo in forma di teatro di narrazione, giochi e pupazzi, che utilizza diversi canali comunicativi: verbale, tattile, visivo, sonoro, gestuale. Pupazzi e scenografie sono interamente realizzati con materiali di recupero. Laboratorio della durata di un’ora e mezza.
  3. LA CAVERNA DELLE GORGONI (giochi interattivi per la LIM)
    Scuola primaria classi 1e, 2e, 3e. Rivisitazione in chiave non violenta del mito originale attraverso narrazione, giochi interattivi, quiz, prove di abilità, esperienza di autogestione del gruppo e con una simulazione pratica di eliminazione di un vampiro (metodo Van Helsing). Laboratorio della durata di due ore.
  4. IL MOSTRO DEL LABYRINTO (giochi interattivi per la LIM)
    Scuola primaria classi 2e, 3e, 4e. Una parodia del mito del Minotauro strutturato come una gita scolastica a bordo di uno scuolabus sottomarino. Il gioco costringe a un ribaltamento di prospettiva, obbligando i giocatori a mettersi nei panni del mostro anziché in quelli dell’eroe, attraverso narrazione, giochi interattivi, quiz, prove di abilità, esperienza di autogestione del gruppo. Finale a sorpresa: “Il gioco della paura”. Laboratorio della durata di due ore.
  5. CACCIATORI DI VAMPIRI (giochi interattivi per la LIM)
    Scuola primaria classi 4e, 5e. Il capitolo finale affronta più specificatamente temi connessi all’educazione alla cittadinanza responsabile, senza rinunciare alla fantasia e al divertimento. I ragazzi non dovranno confrontarsi con un singolo vampiro, per di più maldestro e pasticcione, ma affrontare un’invasione di vampiri zombi. Il loro obiettivo è proprio eliminare Ciccio Mannaro, perché tra lupi e vampiri, si sa, non corre buon sangue. Toccherà ai ragazzi sconfiggere i vampiri e salvare Ciccio attraverso strumenti come la narrazione, giochi interattivi, quiz, prove di abilitò, esperienza di autogestione del gruppo. Laboratorio della durata di due ore.

Sede

  • Direzione Regionale Agenzia delle Entrate, via della Fortezza 8, Firenze – per il laboratorioChi ha paura del lupo cattivo?”
  • Sede scolastica per i laboratori “Sveglia il lupo!”, “Mele, Amore e patatine fritte!”, “La Caverna delle Gorgoni”, “Il Mostro del Labyrinto”, “Cacciatori di vampiri”

Periodo da ottobre a dicembre
Orario da concordare

Indicazioni particolari
Per i laboratori “La Caverna delle Gorgoni”, “Il Mostro del Labyrinto”, “Cacciatori di vampiri” è indispensabile una L.I.M. funzionante, sia video che audio, meglio se touchscreen.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu