Odissea

E se Omero fosse soltanto uno smemorato solitario? E se l’Odissea finisse persa nell’oblìo, confusa in una soffitta piena di oggetti e curiosità? Omero, detto Blu, vive in una vecchia soffitta piena di oggetti, libri, ricordi, registratori, memorie; è isolato dal mondo, non ricorda molto bene chi era e che cosa ha fatto nella sua vita. Trascorre il suo tempo occupato da piccole abitudini quotidiane quando, come per magia, arriva la scintilla data dall’apparizione di Atena, la Dea della Sapienza, protettrice di Ulisse, che lo invita a raccontare la storia, la sua storia. Così, poco a poco, la memoria torna a circolare come linfa vitale; piano piano tornano i ricordi e il racconto si scioglie, le parole riaffiorano, la vita ritorna. Perché il racconto è la vita stessa e ricordare è un po’ come tornare a casa. L’incanto del racconto rifiorisce, riportando alla luce l’Odissea e Ulisse, l’eroe che non dimentica la sua piccola Itaca.

Produzione Nata Teatro
Regia Livio Valenti
Con Eleonora Angioletti e Giorgio Castagna
Scenografie Livio Valenti
Tecnica Teatro d’attore
Destinatari studenti dagli 11 ai 18 anni
Date 23 marzo 2020
Ore 10.00
Durata 60 minuti (circa)
Biglietto 7,00 euro ad alunno
(un insegnante gratuito ogni 10 bambini, un accompagnatore gratuito per ogni alunno con certificazione)
Dove Teatro Puccini, Via delle Cascine 41, Firenze

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Tag Progetto

Menu