Cod. 209 – Libro in azione

Studiare col corpo per sviluppare la capacità di capire e commentare un testo

Le adesioni a questo progetto sono chiuse

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Il progetto potrà svolgersi in una delle modalità sotto elencate, in base all’andamento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e alle conseguenti misure.

Destinatari Scuola secondaria di 1° grado
Referente Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze, Direzione Istruzione -Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625691
Progetto proposto da ADARTE Associazione Danza Arte Teatro in collaborazione Direzione Istruzione -Servizio Attività Educative e Formative – Ufficio Progetti Educativi
Sede  ADARTE, Vicolo S. Marco Vecchio, Firenze
Telefono 3333603751 Paola Vezzosi
Web/email associazioneadarte.org / info@paolavezzosi.it

Il laboratorio si incentra sulla lettura. Gli insegnanti sono chiamati a scegliere un testo tra quelli proposti dagli operatori. La lettura – in forma di estratti – viene associata non solo ad un’elaborazione mentale e analitica ma anche al corpo in movimento, con il risultato di ottenere una sintesi di esperienze di linguaggi verbali e motorio-gestuali che incrementi le potenzialità di apprendimento. Gli interventi e i contenuti formativi sono volti a stimolare i ragazzi a formulare una propria idea intorno alla lettura e a dare vita alla stessa attraverso il movimento. In tal modo lo strumento principale dell’assimilazione di un testo accanto all’intelletto è il proprio corpo, riguardo al quale si mira a sviluppare capacità di osservazione e di auto-ascolto.

Obiettivi
In un momento storico in cui le relazioni ed i contatti sono per lo più “virtuali” e filtrate dai social media, si vuole evidenziare ai ragazzi come il corpo e il movimento costituiscano un linguaggio universale, e di immediata espressione. Ciò ha l’effetto di agevolare l’incremento delle competenze comunicative tra i ragazzi, indipendentemente dalla lingua, dal genere e dalla cultura di provenienza. Inoltre condividere un progetto anche fisicamente accelera il processo di solidarietà, integrazione e accoglienza all’interno del gruppo-classe, aumentando la capacità di lavoro in equipe. In una fascia di età in cui la paura di uscire dagli schemi convenzionali può condizionare la vita scolastica, si vuole creare un contesto dove l’omologazione non sia l’unica scelta possibile. Lo scopo è di evidenziare come ognuno sia portatore di un valore aggiunto unico e irripetibile per sentirsi liberi di esprimersi col corpo (strumento per eccellenza individuale) e il movimento (strumento di comunicazione universale).
Obiettivi specifici sono:

  • sviluppare la capacità di commentare e analizzare un testo
  • sviluppare l’interesse per lo studio di autori letterari che vengono vissuti sul proprio corpo
  • scoprire le possibili relazioni tra il linguaggio verbale e quello gestuale -motorio mediante esercizi volti ad abbinare il movimento alla voce e alle parole
  • sviluppare la capacità di leggere e di apprendere testi di letteratura grazie a modalità non convenzionali di vivere un testo
  • sviluppare la capacità di interpretare ed esprimere le suggestioni emerse dall’analisi del testo
  • sviluppare il rapporto di fiducia all’interno del gruppo e senso di responsabilità per la cura del proprio e dell’altrui corpo
  • sviluppare l’individualità costruttiva all’interno del gruppo
  • offrire, all’interno delle strutture educative istituzionali, nuove occasioni di comunicare al fine di instaurare un dialogo più efficace e costruttivo con gli adulti e con le istituzioni.

Metodologia adottata
Si offre agli allievi della scuola secondaria inferiore modalità di apprendimento non convenzionali. Si guidano i ragazzi a formulare un’idea propria intorno ad un testo oggetto di studio, finalizzando il tutto ad un’ulteriore fase: tradurre il proprio pensiero in atteggiamenti posturali, gestualità e movimento. Il commento-analisi del testo approda quindi ad una sintesi motoria e gestuale dell’’immaginario suggerito dal testo. Grande importanza è data alla relazione del proprio corpo con quello altrui attraverso esercizi di gestione della leadership attenta e consapevole, nonché attraverso giochi di ruolo e mediante la divisione in gruppi che improvvisano a turno davanti agli altri alternando il ruolo di osservatori/attori. Leggere e analizzare un testo sentendosi liberi di interpretarlo secondo il proprio immaginario, comunica ai ragazzi l’idea di poter essere parte attiva della società e di avere un ruolo di innovatori e promotori di soluzioni a problemi che li riguardano.

Possibili modalità di svolgimento del progetto

  • Modalità in presenza con operatore in classe

Per gli insegnanti
Un totale di due incontri di cui un incontro  iniziale di un’ora di programmazione dell’attività. Sarà presentato il lavoro in dettaglio e verranno scelte le letture tra quelle proposte.
Periodo novembre-dicembre
Orario dalle 17:00 alle 19:00
Sede da comunicare
Un incontro di un’ora di verifica (intermedia o finale) si valuta l’andamento generale della classe e la sua reazione al lavoro svolto, e si valutano gli esiti ottenuti anche in relazione a specifiche casistiche. In caso emerga la necessità di correggere il programma a fronte di criticità non previste, al fine del raggiungimento degli obiettivi prefissati, l’incontro finale è anticipato in una fase intermedia.
Periodo aprile
Orario scolastico
Sede scolastica

Per le classi
Cinque incontri di due ore consecutive ciascuno.
Ciascun incontro prevede tre fasi:
1) LETTURA: questa prima fase del lavoro comprende esercizi di lettura collettiva, di ascolto, ed elementi di analisi del testo. Tali strumenti sono volti a incrementare la capacità di concentrazione ed il livello di attenzione, nonché ad individuare tematiche che possano essere di stimolo alla creatività dei ragazzi.
2) FASE EMULATIVA: in questa fase l’operatore indica sequenze di movimenti dirette ad acquisire una maggiore consapevolezza del corpo, sviluppare la capacità di muoverlo nello spazio, migliorare la coordinazione, evidenziare la capacità comunicativa della postura e del movimento.
3) IMPROVVISAZIONE: i temi e le emozioni emersi dall’analisi del testo, diventano occasioni tematiche di ricerca di un linguaggio motorio personale per “dar corpo” ad un’interpretazione della lettura che valorizzi il modo di esprimersi di ciascuno. Il tutto nella scoperta della propria individualità sentendosi parimenti parte del gruppo.
Periodo da dicembre ad aprile
Orario da concordare con le classi
Sede scolastica.

Documentazione
Una copia del testo da cui vengono scelti gli estratti (le fotocopie degli estratti nel numero necessario alla classe sono a cura e carico della scuola, salvo diverso accordo).
– Diario “Memorie del corpo”: Il percorso si completa con la elaborazione per ciascuna classe di una sorta di diario/giornale di classe”Le memorie del corpo” che raccoglierà contributo personale di ciascun allievo (poesie/elaborati etc.). Sarà fornita a ogni ragazzo una scheda pre-stampata (allo scopo di dare veste unitaria ad ogni espressione individuale). Una volta compilate, le schede verranno acquisite in formato pdf e consegnate alla classe su supporto digitale

Indicazioni particolari
Eventuale necessità di attrezzature tecniche o informatiche Lettore CD amplificato oppure PC con ingresso per chiavetta USB (o ingresso per tablet). Il laboratorio può essere tenuto solo ove vi siano spazi adeguati disponibili in maniera esclusiva per l’intera durata di ogni incontro (es. auditorium, teatri, aule vuote o sgombrabili agevolmente, in ultima ipotesi e solo dove l’operatore la ritenga adeguata, palestre che sono in generale altamente sconsigliabili). E’ possibile tenere gli incontri anche in classe se l’operatore ritiene le dimensioni adeguate.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu