Cod. 101 – Liberiamo le parole

I ragazzi e il loro corpo

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari infanzia, scuola primaria classi 1e, 2e e 3e
Referente: Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625788
progetto predisposto da: Percezioni Dinamiche A.S.D. in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze
sede viale D. Giannotti 33 – 50126 Firenze

telefono 3389551433

web/e-mail  http://percezionidinamicheasd.altervista.org

percezionidinamicheasd@gmail.com

Obiettivi

“Liberiamo le parole”  attraverso al psicomotricità funzionale di J. Le Boulch, si rivolge ai bambini dai 4 ai 9 anni (anche con difficoltà DSA, BES, etc.) per favorire il raggiungimento degli obiettivi di apprendimento di lettura e scrittura prima che siano consolidati gli automatismi. Per questo sono necessari oltre che una buona percezione sulla quantità, qualità e disposizione degli elementi di una parola (fonemi e grafemi) collegata anche a una buona percezione del tempo, dello spazio e dello spazio-tempo sviluppare parallelamente anche le funzioni esecutive (attenzione, memoria, pianificazione, azione ed inibizione) una buona capacità espressiva e comunicativa, una buona fluidità dell’arto scrittorio (spalla, gomito, polso, mano, dita) e consolidare il gesto grafico come direzione , intensità, ampiezza, controllo e legame, in un gruppo classe ben integrato e costruttivo. La scrittura del bambino “consapevole” diventa allora non più la rappresentazione grafica delle parole (DISEGNO), ma ciò che scrive sono I suoni corrispondenti a quella parola. Inoltra attraverso l’utilizzo di linguaggi espressivi e di canali di comunicazione alternativi si favorisce la capacità di esprimere I propri vissuti ed emozioni attraverso il corpo e la voce, creando il contesto magico all’interno del quale gli alunni sono in grado di “narrare” loro stessi ed incontrarsi nell’accoglienza e nell’ascolto empatico.

Metodologia:

L’intervento lavora su: LA FUNZIONE DI RELAZIONE, LA FUNZIONE ENERGETICO-AFFETTIVA, LE FUNZIONI OPERATIVE. Ogni attività viene presentata sotto forma di gioco per stimolare la partecipazione attiva di ogni bambino e particolare attenzione è posta sulla capacità di relazione e di aggiustamento all’ambiente circostante e al gruppo, favorendo l’integrazione e la socializzazione.

L’iniziativa è così articolata
Per le classi
8 incontri di un’ora :

Ogni singolo incontro sarà suddiviso in una prima parte dove viene permesso o il gioco libero e/o esperienze di relazione a cui seguono esperienze organizzate e infine una parte distensiva

Sede scolastica in palestra dedicata solo a questa attività o alula polivalente adatta
Periodo dicembre – maggio
Orario scolastico

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Tag Progetto

Menu