Cod. 285 – Lavorare a scuola con uno sguardo interculturale

Tecniche e metodologie più efficaci per fare intercultura in classe

Corso di formazione gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari: formazione insegnanti
Referente: Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio di supporto alla scuola Cred Ausilioteca, tel. 055 2625792/5824
Progetto predisposto da: Consorzio Co&So in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze
Sede: Via Valdipesa, 1-4
web/e-mail: segreteria@abbaino.it

Obiettivi:

  • intendere l’educazione interculturale non come un argomento che può aggiungersi alle proposte scolastiche, come qualcosa di “speciale” ma come uno “sguardo” continuo in tutto quello che viene fatto a scuola.
  • far riflettere concretamente su come promuovere una didattica inclusiva e rispettosa di ogni diversità nelle nostre classi e con i nostri ragazzi. Le classi sono sempre più multiculturali e i bambini/ragazzi, crescono in una comunità che, primariamente a scuola, deve formare al dialogo interculturale e al riconoscimento della diversità come risorsa.
  • suggerire uno sguardo interculturale nella didattica quotidiana, nelle diverse discipline, che possono essere affrontate tenendo conto del valore aggiunto della diversità e osservando le conoscenze e i saperi da più punti di vista.
  • condividere esperienze e alcune buone pratiche già attive in diverse scuole.
  • affrontare quelle che possono rappresentare le tecniche e le metodologie più efficaci per fare Intercultura in classe, partendo dalla costruzione di un gruppo coeso e inclusivo e attivando la promozione delle abilità sociali di tutti i bambini/ragazzi.
  • promuovere un cambiamento della progettazione della didattica scolastica, più mirata ad un progetto di scuola inclusiva e interculturale, più adeguata a promuovere una nuova cittadinanza.

Metodologia adottata
La trasversalità dell’approccio interculturale può essere affrontata anche con un gruppo eterogeneo di insegnanti, dalla scuola dell’infanzia alla secondaria di primo grado. La possibilità di un confronto verticale sulle tematiche che verranno affrontate non può che aggiungere spunti di riflessione interessanti. La metodologia prevalente sarà quella dell’educazione attiva e cooperativa.
– Saranno presentate alle docenti le linee guida dell’educazione interculturale e saranno affrontati alcuni argomenti particolarmente significativi su come fare Intercultura a scuola, con un intervento frontale e l’ausilio di power point
– Si presenteranno alcuni “casi” documentati su argomenti disciplinari affrontati con un’ottica interculturale
– Si prevedono attività di confronto e focus group partendo da esperienze personali
– Si prevede la sperimentazione di tecniche della metodologia attiva e del cooperative Learning

L’iniziativa è così articolata:
Per gli insegnanti:
Si prevedono 4 incontri di 2 ore e 30.

  1. attività rompighiaccio e rilevazione delle pre-conoscenze e delle esperienze dei partecipanti in merito all’educazione interculturale. Presentazione di una cornice tematica di riferimento da parte delle docenti attingendo dai recenti documenti del MIUR e dalla letteratura contemporanea in merito all’educazione interculturale
  2. presentazione di alcune esperienze e pratiche raccolte nelle scuole relative alla didattica interculturale e approfondimento in focus group di brani scelti che orientano all’approccio interculturale nella scuola
  3. presentazione e sperimentazione di alcune tecniche di didattica cooperativa e cooperative Learning
  4. progettazione condivisa di alcune attività da sperimentare nelle classi, verifica condivisa per valutare quello che rimane dell’esperienza fatta e che potrà essere calato nel proprio agire quotidiano in classe

Sede: se un Istituto comprensivo si mostra interessato ad ospitare gli incontri, avendo un numero adeguato di insegnanti che intendono seguirlo, si può attivare direttamente nella scuola con il maggior numero di iscritti o che si presta al accogliere l’esperienza formativa. Altrimenti, il Consorzio Co&So si impegna a mettere a disposizione una sede dei propri servizi sul territorio.
Periodo: novembre 2019 – maggio 2020
Orario: 17,00 – 19,30

Documentazione
Il corso prevede la distribuzione di schede operative e materiali di approfondimento ai partecipanti
Si raccoglieranno alcune schede di documentazione per le attività che i partecipanti sperimenteranno nelle loro classi. Si prevede una relazione finale sull’esperienza svolta-

Si prevede un convegno finale aperto a tutte le scuole sul tema “Educare all’Intercultura per una comunità coesa ed inclusiva” – Auditorio EDA Servizi maggio/giugno 2021 – Esperienze emerse dai corsi del biennio, raccolta delle pratiche sviluppate dai e dalle docenti nelle classi, incontro con esperti del settore.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu