L’albero della Memoria

Partendo dal testo di Anna Sarfatti, Riccardo Rombi ha costruito una cornice narrativa in cui due personaggi, un gitano giramondo che di mestiere semina ricordi e una ex staffetta partigiana, ora postina, si ritrovano all’alba vicino a un canneto dove hanno trascorso la notte. Irma, questo il nome della ragazza, mentre cerca di far ripartire la sua bicicletta, la “Gina”, che l’ha lasciata a piedi e costretta a fermarsi, rimane affascinata dai racconti dello zingaro che, con l’aiuto di una sorta di scatola magica, è capace di far rivivere racconti ed emozioni. La guerra è appena trascorsa e tra i racconti del giramondo appare quello che ricorda la famiglia Finzi e le sue vicissitudini durante la Seconda Guerra Mondiale. La vicenda di Samuele diventa così una storia da condividere e conservare perché, come dice la ragazza “se abbiamo gli stessi ricordi é come avere un pezzo di vita insieme”. Tra musiche e immagini rivivono storie e ricordi, perché non restino solo scritti sulle pagine ma possano rimanere incisi nel cuore, sarà così forte la voglia di trasmetterli perché non si ripeta l’orrore. La nostra sfida è stata quella di parlare di un tema non certamente semplice anche a ragazzi e bambini che frequentano la scuola primaria. Lo abbiamo fatto costruendo uno spettacolo che sviluppa il tema della Memoria come valore condiviso della necessità di ricordare.

Produzione Catalyst
Regia Riccardo Rombi
Con Alba Grigatti e Francesco Franzosi
Musiche dal vivo Letizia Fuochi e Francesco Cusumano
Tecnica Teatro d’attore con musica dal vivo
Destinatari studenti dagli 8 ai 13 anni
Date 21 gennaio 2020
Ore 10:00
Durata 60 minuti (circa)
Biglietto Il costo del biglietto è di 5,50 euro a bambino
(un insegnante gratuito ogni 10 bambini, un accompagnatore gratuito per ogni bambino con certificazione)
Dove: Teatro Puccini, Via delle Cascine 41, Firenze.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Tag Progetto

Menu