#iosonosamia

Samia nasce a Mogadiscio, ama correre e lo fa con il suo migliore amico Alì, sebbene intorno a loro ci sia la guerra. Il sogno di Samia è diventare un’atleta e poter gareggiare alle Olimpiadi, si allena giorno e notte, corre per scappare dalla morte che la circonda, corre fino a sfinirsi, corre per inseguire il suo sogno. Dopo mesi di vittorie e conquiste, ma anche di rinunce e perdite, Samia partirà per quello che tutti chiamano “il Viaggio”: ottomila chilometri attraverso il Sahara e il mar Mediterraneo, per provare a raggiungere l’Europa e il proprio sogno di diventare atleta.
Attraverso l’adattamento teatrale del libro di Giuseppe Catozzella “Non dirmi che hai paura”, il Paracadute di Icaro vuole omaggiare la vita di questa giovane donna che ha fatto del suo sogno una missione di vita. Insieme sul palco entreranno nella vita di questa giovane ragazza somala che è diventata un simbolo per le donne e ha lasciato a noi tutti un’enorme eredità: quella di credere nei propri sogni, di farsi portavoce di chi è in difficoltà, di mettere i nostri piccoli talenti al servizio degli altri. Spetta a noi prenderne consapevolezza e arrivare a poter dire che anch’ IO SONO SAMIA

Produzione: Il paracadute di Icaro, tratto da “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella,
Regia: Vincenzo Calenzo e Pierluca Rotolo,
Coreografie: Marta Checchi,
Drammaturgia: Pierluca Rotolo,
Musiche
: Edoardo Dinelli,
Tecnica: teatro d’attore.
Destinatari: dai 9 ai 13 anni,
Date:
lunedì 13 gennaio 2020,
martedì 14 gennaio 2020,
mercoledì 15 gennaio 2020,
Ore: 10.00,
Durata:
80 minuti (circa),
Biglietto:
5 € a bambino,
Dove:
Teatro di Rifredi via V. Emanuele II, 303 Firenze.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu