Cod. 19 – Insieme per la sicurezza con il Progetto DAVID

Percorso: Costituzione e istituzioni, Educazione Civica

Sensibilizzazione alla sicurezza stradale

Descrizione

Il progetto Insieme per la sicurezza è un programma di incontri nelle scuole secondarie di secondo grado, organizzati dalla Polizia Municipale in collaborazione con Enti e Associazioni di familiari delle vittime, sensibili al tema della sicurezza stradale.

Obiettivi
  • Illustrare i comportamenti corretti/scorretti in strada mediante la proiezione di video.
  • Stimolare i ragazzi alla percezione dl rischio.
  • Diffondere la consapevolezza della prevenzione degli incidenti stradali mediante un comportamento consapevole su strada.
  • Portare i ragazzi alla riflessione, in modo che siano loro stessi a far propri dei concetti in favore del cambiamento delle cattive abitudini.

Referente  

Assessorato all’Educazione del Comune di Firenze – Direzione Istruzione Servizio Attività Educative e Formative

Ufficio Progetti Educativi e Comunicazione

Contatti

Telefono 055 2625788
E-mail  info.lechiavidellacitta@comune.fi.it

Per le classi
  • Un incontro di 2 ore.

Per il biennio: gli operatori favoriranno un dialogo aperto e quanto più partecipativo, con domande e racconti, per discutere insieme sull’opportunità di continuare ad adottare eventuali comportamenti scorretti, favorendo in aula un pensiero critico orientato alla consapevolezza del rischio e alla scelta del comportamento corretto ai fini della sicurezza propria e altrui.
Gli argomenti affrontati dagli operatori sono i seguenti:

  • Pedone, trasportato e passeggero.
  • La segnaletica.
  • La bicicletta.
  • Il casco.
  • La velocità.
  • La distanza di sicurezza.
  • Cosa fare in caso di incidente.
  • Il concetto di rischio tra violazioni-dimenticanze-errori.

Per il triennio: i ragazzi sono alla ricerca di una conferma della loro identità e la trovano anche nelle condotte di guida pericolosa che provoca sensazioni forti, sfidando la sorte talvolta consapevoli dei rischi, il tutto aggravato dal fatto che sopravvalutano le proprie abilità di controllo.
Non tutti gli adolescenti attraversano questa fase e non tutti gli adolescenti si spostano con ciclomotore o auto, in questo caso occorre ritornare al concetto di pedone/trasportato illustrando quali sono i pericoli.
Nel triennio l’obiettivo non è convincerli di quanto sia giusto e sicuro adottare un certo comportamento, ma condurli alla riflessione in modo che siano loro stessi a far propri dei concetti che poi li porteranno ad un cambiamento delle cattive abitudini.

Gli argomenti affrontati dagli operatori, oltre ai precedenti sono i seguenti:

  • Puntare non sul “divieto di, ma sulla libertà a patto che…” e che l’essere alla moda non dipende dal non rispettare le regole.
  • Diffondere la consapevolezza della prevenzione degli incidenti mediante un comportamento consapevole per la strada.
  • Portarli alla riflessione in modo che siano loro stessi a far propri dei concetti, in favore di cambiamento delle cattive abitudini.

E’ opportuno non affrontare direttamente il tema alcol, in quanto per spiegare correttamente e nel dettaglio i vari aspetti legati all’uso, è necessario un percorso educativo di tipo multidisciplinare, con professionalità specifiche.

Sede  scolastica
Periodo ottobre/maggio

In caso di restrizioni sanitarie le attività si svolgeranno in Didattica a Distanza secondo le seguenti modalità:

Le video lezioni in modalità a distanza prevedono la presenza in diretta di un operatore della Polizia Municipale che stimolerà la discussione, con la finalità di capire se i ragazzi accettano o meno le regole e ne comprendono l’importanza.
Per rendere i ragazzi più attivi e attenti potrà essere chiesto di scrivere attraverso la chat comune quali comportamenti ritengono scorretti, per poi commentarli insieme.
In alternativa potranno essere condivisi con la classe vari filmati, orientati a presentare le attività svolte dalla Polizia Municipale e a favorire la partecipazione e il confronto su tematiche inerenti la sicurezza stradale e la civile convivenza.
Anche in questo caso, come per la didattica in presenza, è richiesta la presenza del professore durante la video lezione, per condividere con gli alunni l’intervento realizzato e dare la possibilità in tal modo di integrare e proseguire successivamente con la classe il lavoro svolto.

Partner
Polizia Municipale

Contatti

Direzione Polizia Municipale – Area Sicurezza Stradale e Pronto Intervento Sezione Intersettoriale Sicurezza e Educazione Stradale - Servizio Psicologico Operativo Porta al Prato 6, Firenze. Telefono 055 328 3483 E-mail pm.intersettoriale@comune.fi.it

Tag Progetto

Menu