Cod. 104 – Il Cred va a scuola

La promozione del pensiero strategico come fattore inclusivo e preventivo per il disagio scolastico

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari: scuola secondaria di 1° grado
Referente: Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio di supporto alla scuola Cred Ausilioteca, tel. 055 2625727/5792/5824
Progetto predisposto da: Cred Ausilioteca in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze
Sede: Via Nicolodi, 2
web/e-mail: www.aulisiliotecafirenze.org / infocred@comune.fi.it

Obiettivi:

  • facilitare l’accesso di studenti e studentesse a suggerimenti e consulenze mirate sul metodo di studio e le strategie di apprendimento.
  • cooperare sinergicamente con la scuola su un numero più ampio di bisogni educativi
  • intervenire sull’area del disagio scolastico in un’ottica preventiva
  • diffondere una visione più consapevole di “difficoltà scolastica” e “metodo di studio” per incentivare la reale inclusione di allievi e allieve con Bisogni Educativi Speciali, che necessitano di contesti classe accettanti in cui si è messi in condizione di sperimentare liberamente metodologie facilitanti funzionali.
  • sensibilizzare gli allievi e allieve alle metodologie di studio e la promozione di un approccio strategico generalizzato alle difficoltà di apprendimento mediante l’istituzione di spazi di riflessione e confronto sia in gruppo sia individualizzati.
  • intercettare le necessità e i vissuti del mondo della scuola, con particolare attenzione alle difficoltà di allievi e allieve, per operare poi riflessioni in merito e condividere, attraverso attività di ricerca mirate, implicazioni metodologiche e didattiche.

Metodologia adottata
Il progetto si articola su più fasi, coinvolgendo alunni, personale docente, famiglie e facilitando la raccolta di materiali e dati utili alla riflessione pedagogica. La progettualità completa si snoda in continuità dalla prima alla terza, nel caso di classi che aderiscano per più anni consecutivi. Comprende attività in classe finalizzate a diffondere il concetto di “Pensiero Strategico” come fattore protettivo per le difficoltà scolastiche, promuovendo un’idea di metodo come risultato di un percorso “sperimentale” e razionale, mediato da strumenti (mediatori/artefatti) necessari ad operare sui contenuti. Dalla costruzione delle basi concettuali necessarie, la classe viene seguita nel tempo per allenare la capacità di relazionarsi alle difficoltà (e dunque le diversità) con pragmatismo e collaborazione. Il personale docente viene coinvolto in giornate formative conclusive in cui le metodiche e i materiali sono condivisi per riproporre autonomamente il progetto alle classi future.

L’iniziativa è così articolata:
Per gli insegnanti:
Il personale docente delle classi coinvolte, in fase di calendarizzazione, riceverà informazioni aggiuntive sulle modalità di svolgimento delle attività.
A chiusura del progetto è prevista una giornata formativa a loro dedicata rivolta all’analisi dei costrutti teorici alla base dell’intervento, ai dati raccolti e le loro implicazioni pedagogiche, alle metodologie impiegate e agli strumenti utilizzati (con il fine di essere diffusi e impiegati per il coinvolgimento di nuovi gruppi classe).
Sede: scolastica
Periodo: novembre 2019 – maggio 2020
Orario: scolastico

Per le classi:
Classi prime (primo anno di adesione): tre incontri di due ore ciascuno su “Cosa è il pensiero strategico”, “Quali sono le fasi del pensiero strategico”, “Cosa si intende per difficoltà scolastica e come agirvi strategicamente”, “Quali sono le nostre maggiori difficoltà”, “Allenarsi a proporre strategie pratiche per le difficoltà riscontrate”;
Classi seconde e terze (secondo anno di adesione): tre incontri di due ore ciascuno su “Allenare il pensiero strategico sulle principali criticità disciplinari”;
Classi terze (terzo anno di adesione): tre incontri di due ore ciascuno su “Aspetti collaborativi del pensiero strategico e le potenzialità del gruppo classe”.

Documentazione
Contestualmente alla attività nelle classi, annualmente vengono raccolte informazioni sulla natura delle difficoltà più diffuse tra gli alunni e le alunne, le strategie usate e le necessità percepite: tale documentazione viene periodicamente analizzata e rielaborata in report di natura scientifico-divulgativa diffusa attraverso i canali comunicativi del CRED Ausilioteca e in sede convegnistica. Annualmente o – al massimo ogni due anni – vengono prodotti dei volumetti informativi sia per gli alunni e le alunne e le loro famiglie sia per gli esperti del settore e il personale docente. I dati raccolti vengono inoltre utilizzati per riprogettare l’intervento in modo sempre più coerente con le contingenze registrate.

Cerca un progetto
CERCA UN PROGETTO

Non trovi un progetto? Consulta l’elenco generale

Menu