Cod. 81 – Lascia che il vento racconti

Circolo di lettura Rai Firenze

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Il progetto potrà svolgersi in una delle modalità sotto elencate, in base all’andamento dell’emergenza epidemiologica COVID-19 e alle conseguenti misure.

Destinatari Scuola secondaria di primo e di secondo grado

Referente Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625788

Progetto proposto da   RAI  TOSCANA in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze

Sede Rai Sede Regionale per la Toscana, Via Ettore Bernabei, 1

Telefono 055 2488201
e-mail direzione.firenze@rai.it

Obiettivi

Viene proposto un progetto lettura che non sia una lettura “casuale” dei testi, ma che si basi sul collegamento tra i libri scelti e la possibilità di integrare la lettura dei testi, con le immagini contenute nel Catalogo Multi Mediale delle Teche Rai.

Abbinare un libro a un documento audiovisivo ha un duplice scopo: contestualizzare la lettura con un documento (l’intervista all’autore, il giudizio espresso di un critico o di un testimone ecc.) ed abituare i lettori alla ricerca. Occorre imparare a “frugare” nei cataloghi, tra gli scaffali dei libri alla ricerca di materiali che consentono una lettura “aperta”, che offra infinite possibilità di collegamenti interdisciplinari

Per la stagione 2020, Lascia che il vento racconti, abbiamo pensato di realizzare il seguente percorso di lettura: Il sistema periodico di Primo Levi (1919-1987), per queste ragioni: ricordare un periodo buio nella storia dell’umanità, legato alla Seconda Guerra Mondiale. Le testimonianze, il ricordo, i documenti storici sono importanti, costituiscono le basi bella nostra memoria e determinati episodi non possono essere dimenticati. Secondo, il libro di Levi ci fa entrare in un laboratorio di chimica superando la sciocca dicotomia delle “due culture”. La cultura è unica, sono le competenze ad essere diverse.

Metodologia adottata

Collegare fra loro vari argomenti di attualità partendo dalla lettura proposta di Primo Levi che portano allo studio della tavola degli elementi chimici, presenti nella tavola di Mendeleev, che ci consentono di effettuare un collegamento con Giulio Natta, che compì importanti ricerche su sintesi organiche per ottenere materie plastiche come i polimeri, producendo un prodotto di grande successo commerciale, il polipropilene. A questo punto è possibile fare un secondo collegamento con le Teche Rai: Carosello, una delle più popolari trasmissioni pubblicitarie realizzata dall’azienda televisiva, per pensare alla moltitudine della plastica come un “mostro” che distrugge il nostro pianeta e per questo incontrare  Moby Dick di Melville della cui opera il Catalogo Multimediale Rai contiene diversi documenti, due fra tutti: un programma dedicato allo scrittore “Herman Melville” andato in onda su Rai Cultura e “La vera storia di Moby Dick” tratto dal programma “Ulisse” curato da Alberto Angela sulla caccia alla balena per fini economici. Ma il percorso non finisce qui in un continuo succedersi di incontri e spunti.

Possibile modalità di svolgimento del progetto

Per gli insegnanti

Un incontro di presentazione del progetto agli insegnanti, dove verranno illustrate le letture che verranno utilizzate e gli approfondimenti nelle teche RAI

Sede Rai Sede Regionale per la Toscana, Via Ettore Bernabei, 1

Per le classi

4 incontri di due ore

Primo incontro : illustrazione del progetto

Secondo incontro: coordinamento del progetto con eventuali proposte legate ai percorsi formativi. Terzo incontro: verifica, in itinere, del progetto,

Quarto incontro: presentazione dei lavori.

Periodo gennaio-febbario

Scheda di adesione ai progetti per le Scuole Secondarie di 2° grado a.s. 2020-2021 – SCHEDA_ADESIONE

Tag Progetto

Menu