Cod. 80 – IncontraRAI

Come si realizza il telegiornale

Progetto gratuito per la classe soggetto a possibili limitazioni nel numero di richieste accolte

Destinatari Insegnanti Secondaria di secondo grado

Referente Direzione Istruzione del Comune di Firenze, Servizio Attività Educative e Formative, Ufficio Progetti Educativi, tel. 055 2625788

Progetto proposto da  RAI Toscana in collaborazione con l’Assessorato all’Educazione – Comune di Firenze

Sede Rai Sede Regionale per la Toscana, Via Ettore Bernabei, 1

Telefono 055 2488201
e-mail direzione.firenze@rai.it

La televisione e il web costituiscono, non solo per i giovani, le principali fonti di informazione.

Che cosa capiscono i ragazzi dell’informazione televisiva?

Obiettivi

Promuovere la comprensione del significato dei messaggi televisivi, vuol dire costruire  un primo passo nella direzione dello sviluppo critico dei messaggi televisivi, in generale, e dell’informazione in particolare.

Entrare nella “fabbrica” dell’informazione, la Sede Regionale della Rai di Firenze, significa vedere “da dentro” il processo produttivo del telegiornal

L’obiettivo è quello di fornire agli studenti una metodologia di visione che gli consenta di diventare “uno spettatore consapevole”, acquisendo quegli elementi che sono alla base di un notiziario televisivo.

Infatti, i ragazzi delle classi, coinvolte nel progetto, dovranno, a loro volta, realizzare essi stessi dei notiziari.

Metodologia adottata

I docenti seguiranno le varie fasi della produzione, come se fossero dei report che devono documentare un fatto.

Dovranno riprendere le varie fasi della realizzazione del notiziario, effettueranno delle interviste ai redattori ed ai tecnici, allo scopo di realizzare un servizio filmato (sul modello di quello prodotto per il telegiornale) da mostrare ai colleghi che partecipano all’iniziativa.

Seguirà la proiezione del materiale prodotto ed una discussione, con il gruppo di lavoro, per mettere appunto un’unità didattica da realizzare nelle scuole di provenienza degli insegnanti.

A loro volta i docenti che hanno partecipato al progetto promuoveranno nelle loro scuole due tipi di interventi: come si guarda un telegiornale e come si realizza un telegiornale.

L’iniziativa è così articolata

Per gli insegnanti

Otto incontri di due ore ciascuono, così articolati:

Primo incontro: illustrazione del progetto;

Secondo incontro:  il ruolo dell’informazione e gli antenati dei telegiornali;

Terzo incontro: il telegiornale;

Quarto incontro: Elementi linguaggio audiovisivo (riprese in esterni e studi);

Quinto incontro:  Elementi linguaggio audiovisivo (montaggio ed effetti);

Sesto incontro: visita alla fabbrica delle notizie (Sede Rai Firenze),

Settimo incontro: come realizzare un telegiornale a scuola;

Ottavo incontro:  presentazione dei lavori realizzati nelle scuole.

Periodo gennaio-febbraio.

Tema degli incontri è l’informazione: che cos’è l’informazione, gli antenati dei telegiornali, l’ansia da informazione, le fake news e come si realizza un telegiornale.

Un piccolo gruppo di partecipanti seguirà per un giorno le fasi di realizzazione di un Tg: dalla riunione di redazione, in cui si decide il sommario, alla realizzazione dei servizi (riprese in esterno delle troupe, montaggio del servizio), fino alla messa in onda in studio.

I docenti seguiranno le varie fasi della produzione, come se fossero dei report che devono documentare un fatto.

Per le classi

A conclusione di questo ciclo didattico, le classi coinvolte nel progetto “IncontRAI”, effettueranno una visita didattica, presso la Sede Rai di Firenze, per vedere, questa volta in modo consapevole, come si realizza un telegiornale.

Scheda di adesione ai progetti per le Scuole Secondarie di 2° grado a.s. 2020-2021 – SCHEDA_ADESIONE

Tag Progetto

Menu