3.03 Il Mondo dei Piccoli

Cod. 354 – Piccole storie di animali

Gli animali sono inseparabili dagli esseri umani, non solo come ausilio per il lavoro o come risorse per il sostentamento: la loro storia è strettamente legata a quella umana e da questa determinata.

Cod. 355 – Vita quotidiana alla Reggia di Cosimo

Non è facile introdurre i più piccoli al fascino della Storia, spesso percepita come un susseguirsi noioso di date e di nomi. Eppure la Storia è fatta di quotidiano; di storie di bambini, di madri e di padri.

Cod. 356 – Per fare una città ci vuole un fiore

Firenze deve il suo nome alla fondazione di un castrum romano su una distesa fiorita lungo il fiume Arno. Non è facile stabilire se si tratti di verità storica o mitica, così come non è facile definire quale sia il fiore che simboleggia la città dalla sua nascita: un giglio, un iris, un giaggiolo?

Cod. 357 – Favola del primo viaggio intorno al mondo

La sala delle Carte geografiche in Palazzo Vecchio mostra tutto il mondo conosciuto a metà Cinquecento. Fra queste figura la rappresentazione dello stretto di Magellano, scoperto da un coraggioso marinaio portoghese nel 1519.

Cod. 359 – Animali di pietra

Fra realtà e fantasia, i bambini saranno catturati dalla magia di una favola per scoprire alcuni dei protagonisti della collezione di Salvatore Romano e apprezzarne i tratti salienti.

Cod. 360 – Intorno al Porcellino

Uno degli animali di Firenze più noti al mondo, anche grazie al racconto di Andersen, è il “porcellino” di bronzo presente sotto la loggia del Mercato Nuovo. In verità a essere rappresentato in scultura è un cinghiale, la cui versione moderna fu realizzata da Pietro Tacca.

Cod. 361 – Il gesto di dipingere

La pittura non è solo la rappresentazione di qualcosa di riconoscibile e leggibile. Nel corso del Novecento molti artisti sono andati oltre le frontiere della figurazione per avventurarsi nel mondo dell’astratto.

Cod. 362 – Profumi dal Paradiso

Quante storie possono raccontarci le opere di Santa Maria Novella? Davvero tantissime, troppe per poterle ascoltare tutte in una volta sola.

Menu